Generale

Testa/Spalle ribassista negato

Generale

Solo qualche settimana fa nella trasmissione “Le Fonti Tv” in cui partecipo come ospite fisso ogni mercoledì dalle ore 12:30 alle ore 13:00, mi fu chiesto di cosa ne pensavo della figura che si stava formando e nota come “Testa/Spalle” ribassista.

Risposti che il 50% delle figure dei testa/spalle, venivano puntualmente falliti dato che è una figura talmente nota e conosciuta da tutti che 1 volta su 2 il prezzo non la confermava.

La chiusura sui minimi del mese di dicembre con conseguente nuovo minimo a gennaio – mese di setup – ha dato l’impressione che il “Testa/Spalle” – una volta completato – fosse poi in formazione, e la verità si scopre sempre nel classico pull-back sulla neck-line o linea del collo. Infatti, dopo la rottura al ribasso, il prezzo si prepara per andare a ritestare il supporto appena rotto che diventa resistenza. A quel punto se viene respinto significa che il “testa/spalle” è vero e viene confermato, ma se il prezzo sale sopra la resistenza – ritornando quindi sopra la neck-line – significa che il “testa/spalle” viene negato.

E così è successo ieri. Il superamento del livello di 21970 circa ha dato spinta necessaria per negare la figura, e il successivo superamento di 22225 – massimo della scorsa ottava – ha portato alla formazione di una barra settimanale in outside rialzista che ha dato nuova forza al derivato domestico.

A questo punto il minimo atteso per la data centrale di giovedì 11 gennaio 2018 è stato fatto e anticipato di 1 settimana, con il prezzo che si è accontentato del livello di 21520 – ma soprattutto di 21620/21610 come già indicato nella newsletter finanziaria di martedì 2 gennaio – anziché arrivare fino a 21145.

La prima resistenza ora si trova sempre a 22575 – massimo del triplo setup yearly del 2014 – visto che poi proprio su quel livello oggi passa anche l’angolo 1×1 giornaliero che sale dal minimo di 16025 di lunedì 21 novembre del 2016 che ha sostenuto il trend per 1 anno e rotto al ribasso il 14 dicembre scorso. Oggi tale angolo passa a 22585 e il suo recupero indicherà rialzo sia sopra 22835 – top del mese di dicembre – e sia sopra il massimo di 23100 del 07 novembre per target sempre dichiarato a 23790.

Sarà interessante notare come si comporterà poi il prezzo nella finestra di setup della prossima ottava, ricordando che il mese in corso è comunque mese di setup già centrato con il minimo.

Un saluto a tutti.

Claudio Zanetti.

Richiedi informazioni

Nome e Cognome

Email

Oggetto della richiesta

Messaggio