Generale

Nei mercati finanziari mai dire mai

Generale

Nonostante all’inizio dell’ottava si era scritto che dopo due barre settimanali inside, in questa ottava il prezzo sarebbe fuori uscito da uno dei due estremi, in realtà il derivato domestico si trova ancora imbrigliato all’interno degli estremi oramai noti, e pertanto la settimana in corso si sta formando ancora inside sulla precedente. Sarebbe la 3° settimana in cui il prezzo è all’interno dell’ottava lunedì 13/venerdì 17 novembre.

Oggi siamo a 45 settimane dal massimo del 26 gennaio del 2017 di 19760 – da dove è partito il ribasso fino al minimo dell’anno di 18370 fatto l’8 febbraio – ma oramai prossimi ad entrare nella finestra di setup dell’8/18 dicembre dove si chiude il Tempo del 3° quadrato del massimo storico di 51335 partendo dalla nascita del future perpetual avvenuta il 28 novembre del 1994.

Il supporto angolare che sale dal minimo di 16025 di lunedì 21 novembre del 2016 passa oggi a 22121, e tra venerdì 8 e lunedì 11 dicembre scade anche il ciclo di 42 mesi – 3,5 anni metà del ciclo biblico di 7 – dal top del 09 giugno del 2014 di 22575. Proprio lunedì 11 dicembre, abbiamo anche l’angolo 1×1 giornaliero che scende dal massimo di 23100 di martedì 07 novembre che passa proprio a 22575 e che se rotto al rialzo – unito al fatto che verrebbe superata la resistenza oramai nota – il prezzo troverebbe forza rialzista.

La barra annuale attualmente è di 4730 punti in linea – a livello di range – con quella del 2012 quando con gli estremi di 12270 – come minimo – e di 17055 – come massimo – fece un’oscillazione pari a 4785 punti.

Per finire il mese di dicembre per il momento è inside su novembre che ha formato una outside ribassista, e le chiusure trimestrali, semestrali e annuali al 31 dicembre, saranno molto importanti per capire l’evoluzione nel 2018.

Un saluto a tutti.

Claudio Zanetti.

Richiedi informazioni

Nome e Cognome

Email

Oggetto della richiesta

Messaggio