Generale

Analisi sui mercati finanziari

Generale

Ecco una breve analisi sui mercati finanziari:

DAX XETRA:

Il top a 13596,89 sfiora il target atteso a 13809,09. In questo momento pesa come un macigno la doppia outside trimestrale evento raro e mai registrato negli ultimi 20 anni.

SUPPORTO PRIMARIO POSTO TRA 11940 E 11870 CON PUNTO CENTRALE A 11900. SOLO SOPRA 12950 RITORNA IL BULL-MARKET.

NASDAQ 100:

L’angolo “0” mensile tracciato dal livello “0” di prezzo in corrispondenza della data del marzo 2000, si è fatto sentire. La stessa cosa capitò nel marzo 2000, quando il prezzo intercettò lo stesso angolo “0” mensile tracciato sempre dal livello “0” di prezzo ma in corrispondenza della data del crollo dell’ottobre del 1987.

NEL BREVE OTTIMA LA CANDELA DI REVERSAL DI VENERDI’ 09 FEBBRAIO 2018 NOTA ANCHE COME “BULLISH HARAMI” SECONDO IL GERGO DELLA CANDLESTICK ANALISYS.

DOW JONES INDUSTRIAL AVERAGE:

Domenica 18 febbraio 2018 squadratura a 24270,71 punti. Quello è il punto di arrivo. Dopo quel setup potremmo capire le reali potenzialità del “vecchio” indice.

ANGOLO 1X1 MENSILE CHE SALE DAL BOTTOM STORICO DELL’8 AGOSTO DEL 1896 DI 28,71 PUNTI PASSANTE A 23356,71 E TOCCATO ALLA PERFEZIONE VENERDI’ 09 FEBBRAIO 2018 – FATTO A 23360,29. EQULIBRATO.

STANDARD AND POOR’S 500:

Il mancato raggiungimento del target posto a 2953,41 – fatto a 2872,87 – lascia dei dubbi sulla fine del rialzo, anche se il prezzo è rientrato verso 2667,17 visto l’eccesso manifestato con al negazione del forte setup di ottobre del 2017 scadenza dei 360 mesi – cerchio completo – dal bottom dell’ottobre del 1987.

MINIMO FATTO A 2532,69 E REVERSAL PROPENDONO NON SOLO PER IL RIMBALZO MA PER LA RIPARTENZA AL RIALZO. ATTESA PER IL SETUP DEL 18 FEBBRAIO 2018.

CRUDE OIL:

Massimo fatto a 66,66$ al barile – che numero strano non vi pare?  – porta a 155,89% il rialzo dal minimo di 26,05$ avvenuto alla scadenza del ciclo di 90 unità temporali mensili dal top storico del luglio del 2008.

MINIMO FATTO A 58,07$ SI AVVICINA AL SUPPORTO DI 57,45. SU TENUTA TARGET ATTESO ATTORNO AI 73$ AL BARILE OVVERO SUL 50% DEL MASSIMO STORICO DI 147,27$.

GOLD:

Siamo in attesa dei forti setup di maggio prima e agosto poi – squadratura del prezzo a 1182$ l’oncia nel primo caso e a 1323$ nel secondo caso.

LI TERMINERA’ LA FORTE LATERALITA’ CHE E’ DURATA 5 ANNI TRA 1150 E 1350$ L’ONCIA.

CONTANGO NATURAL GAS:

11 agosto 2018 attesa per il minimo o squadratura al prezzo di 2,4050.

QUEL GIORNO SARANNO PASSATI BEN 9 ANNI DAL LIVELLO DI 2,4050 DEL 04 SETTEMBRE DEL 2009, BOTTOM AVVENUTO A SEGUITO CROLLO DEL PREZZO.

FUTURE EURO/DOLLARO:

Il doppio angolo 1×1 giornaliero che scende sia dal massimo di 1,60 circa del luglio del 2008 e dal livello di 1,3993 del maggio del 2014 ha bloccato le velleità rialziste al prezzo atteso di 1,25583 – fatto a 1,25500 – iniziate grazie al triplo minimo avvenuto a 1,04 circa dove lo stesso aveva toccato la trend-line che partiva dal minimo di 0,65 del febbraio del 1985.

NEL BREVE PRIMA RESISTENZA POSTA TRA 1,2315 E 1,2340. SUPPORTO POSTO A 1,2200 CIRCA. SU ROTTURA TARGET A 1,2094.

FUTURE BTP ITALIANO:

Marzo 2018 setup importante che chiude il rialzo iniziato nel novembre del 2011 al prezzo di minimo fatto a 87,46.

MESI CARDINI PER IL 2018 SONO MAGGIO E AGOSTO. RIALZO DEI TASSI ATTESO DA MARZO PUO’ PORTARE L’OBBOLIGAZIONARIO ITALIANO SUL SUPPORTO PRINCIPALE POSTO ATRA 128 E 125 PUNTI.

EURIBOR:

Marzo 2018 si completa il ciclo rialzista iniziato nel settembre del 2008 della durata di 9 anni e mezzo, ovvero lo stesso tempo che si avuto nel rialzo dal settembre del 1994 fino al marzo del 2004.

RESISTENZA DA VINCERE PER NEGARE TALKE SCENARIO POSTA A 0,515 DI TASSO UFFICIALE.

FTSE 100 LONDRA:

Outside annuale ribassista sull’indice londinese – terza borsa al mondo per capitalizzazione dopo Wall Street e Tokyo – che disegna un movimento alquanto raro.

SUPPORTO A 6818 PUO’ BLOCCARE IL RIBASSO CHE E’ STATO VIOLENTO IN TERMINI DI PREZZO MA VELOCE IN TERMINI DI TEMPO. RESISTENZA POSTA A 7460 CHE SE SUPERATA POTREMMO PARLARE NUOVAMENTE DI RIALZO.

NIKKEY 225 INDEX:

Avevamo già detto – report del 26 novembre 2017 – che al prezzo di 23030 il rialzo risultava concluso e qualsiasi prezzo sopra tale soglia e da considerarsi NON STRUTTURALE perché non sostenuto dal Fattore Tempo in scadenza non prima del marzo del 2019.

IL FORTE RIENTRO SOTTO 23030 NELLA GIORNATA DI MARTEDI’ 06 FEBBRAIO HA FATTO PERDERE ALL’INDICE PIU’ DEL 7%.

Un saluto a tutti.

Claudio Zanetti.